VADOVE(TI)PORTAILTRENO

VaDove(ti)PortailTreno è un progetto fotografico artistico, etico estetico sociale, di narrazione di Viaggi in Italia in treno. Andando controcorrente, vuole promuovere e valorizzare l’uso del treno, andando a conoscere l’Italia traversata e raggiunta dalla ferrovia.

VaDove(ti)PortailTreno è l’Arte di viaggiare in treno, raccontata con l’uso dell’arte pittorico fotografica; viaggi lungo le strade ferrate d’Italia, itinerari di bellezza, di stazione in stazione, di luogo in luogo, viaggiando alla maniera dei grandi vecchi viaggiatori, attraversando paesaggi urbani naturali antropizzati rurali, territori, campagne, borghi, raggiunti dai binari; produzioni, eccellenze, beni e identità materiali e immateriali di un giardino emozionale diffuso, l’Italia minore con la M maiuscola.



VaDove(ti)PortailTreno è un progetto artistico, eco-sostenibile, etico-responsabile, estetico e socialmente utile che vuole testimoniare la possibilità a tutti di diventare dei viaggiatori in grado di potersi muovere in italia senza necessariamente avere a disposizione l'automobile e scoprendo un'Italia inattesa, l'Italia minore con la M maiuscola, grande giardino emozionale diffuso.
L’idea è promuovere e valorizzare il treno e il suo uso in un modo di viaggiare sostenibile e responsabile16.800 km di rete ferroviaria sono garanzia di presidio, tutela e rispetto dei territori e delle biodiversità, delle risorse naturali ambientali, green economy.
Con VaDove(ti)PortailTreno, in forma di Diari di Viaggio 2.0 dedicato a racconti visuali sul mondo e i viaggi in treno per l'Italia, itinerari e luoghi, i treni, le architetture delle stazioni, a bordo e dal finestrino, tutto narrato con le immagini illustrate con le parole, esperienze di viaggi sulle "ferrovie secondarie" ritenute a torto minori: linee su cui passano lenti, treni locali, regionali, interregionali; quelli coi sedili in similpelle e talvolta ancora in legno, binari appoggiati lungo monti e valli, unendo paesi e borghi alla periferia del viaggiare.
Ma anche l'archeologia ferroviaria, 6.000 km di ferrovie soppresse, fatta di vecchie stazioni e viadotti perfettamente integrati ai paesaggi attraversati. 

Di treno in treno, di stazione in stazione, non sempre si tratta di viaggi da una stazione ad un'altra, ma di tappe lungo una linea ferroviaria, scendendo ad ogni stazione lungo il percorso, per raccontare un luogo partendo dalla sua stazione; il treno con vagoni e stazioni, è esso stesso viaggio e avventura, quindi, sempre, i diari comprenderanno il racconto dei viaggi, le attese in stazione e il racconto in carrozza e dalla carrozza.
Emozioni e pensieri, lungo viaggi in treno per l'Italia minore collegata da tratte ferroviarie minori, dimenticate, abbandonate a se stesse e ad eroici ferrovieri; luoghi, treni vecchi e logori, piccole stazioni spesso deserte e silenziose, atmosfere, produzioni tipiche, paesaggi urbani e rurali, archeologie ferroviarie, identità territoriali materiali e immateriali, genius loci.
VaDove(ti)PortailTreno: lungo territori, in luoghi sconosciuti, misteriosi, alla scoperta dell'ignoto, del fantastico.
VaDove(ti)PortailTreno: nei pensieri, nel cuore, nello spirito, nel fare incontri inattesi.

Come Autore, non appongo solo una firma di prestigio a concetti astratti, a me estranei, ma mi coinvolgo con il mio stile espressivo, eletto a linguaggio interpretativo, denso di soggettività.

Ogni lavoro che realizzo viene diffuso e reso disponibile online al mio pubblico, ad una community qualificata e fidelizzata, attraverso la pubblicazione su questo sito e quello di VaDove(ti)PortailTreno (vedi la Gallery); rilanciato a migliaia di utenti (follower) dei profili e delle pagine dei Social Network (Facebook, Twitter, Google+, Pinterest); geolocalizzate su Google maps, e le opere fotografico pittoriche sono vendute in tutto il mondo, attraverso la mia Art e-commerce (vedi) come stampe d'arte da collezione, e come FotoLibri autoprodotti in base alle proprie preferenze e disponibilità finanziarie (quantità, supporti, dimensioni a scelta) (vedi), andando sui singoli articoli-galleria. Offline, con mostre organizzate a partire dai luoghi fotografati.

Creo Bellezza con la Bellezza, diventando testimonial dei luoghi e territori visitati e raccontati, fotografati, fotoacquarellati.

A COSTO ZEROautofinanziando attraverso il crowdfunding (vedi) e la vendita delle opererealizzo residenze durante le quali lavoro per riprendere appunti video fotografici, spunti per realizzare i miei fotoacquerelli che dono a chi mi avrà sostenuto.

CONTATTI

Cell. +39 320 2590773 - 348 2249525
-

Le donazioni si possono fare:

 

* Con bonifico IBAN: IT24L0760105138236581936584

BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX

indicando come causale: sostengo l'arte che racconta l'Italia

0