Photo ArchitetTour


L‘idea alla base di Photo ArchitetTour è la realizzazione di progetti fotografici finalizzati alla sensibilizzazione e consapevolezza su identità materiali e immateriali, genius loci, attraverso il racconto per immagini e la conoscenza delle architetture inserite nei territori e luoghi, paesaggi urbani e antropizzati, coinvolgendo amministrazioni, associazioni locali e cittadinanze, nella promozione di eventi di partecipazione collettiva durante i quali condividere, confrontare, dibattere il mio punto di vista fotografico con chi li vive nel quotidiano.

Fotografo Documentarista Architect Storyteller 2.0, dal 1977 narro con la fotografia, Itinerari e Viaggi dedicati ad Architetture, Luoghi, Paesaggi urbani e antropizzati dell'Italia minore con la M maiuscola, il più grande giardino emozionale diffuso, creando icone sinestetiche emozionali.

Uso la Fotografia come impegno politico e di cittadinanza attiva, raccontando visioni, pensieri, riflessioni, proposte.
Il linguaggio fotografico favorisce una lettura della trasformazione stratificata del Paesaggio Urbano; la fotografia diventa un documento su cui lo sguardo si esercita per offrire elementi di discussione meno astratti nella lettura del territorio.

Non appongo solo una firma di prestigio, ma mi coinvolgo col mio stile espressivo, il linguaggio interpretativo, denso di soggettività.
Il mio lavoro non è un reportage né una riproduzione di un inventario, quanto piuttosto, testimonianza visiva atta a provare a comporre uno stato delle cose, un'esperienza diretta dei luoghi, affidata a una libera e personale interpretazione.

Uso l'occasione delle campagne fotografiche per organizzare eventi finalizzati alla partecipazione collettiva, incontrando le cittadinanze, per sensibilizzare e rendere consapevoli cittadini ed amministratori migliorando la percezione dei luoghi territori architetture, spesso, vissuti distrattamente nel quotidiano, dibattendo assieme i risultati del lavoro da me svolto.

La fotografia è strumento di comunicazione in grado di coinvolgere tutti ed ognuno, con la sua sintesi e immediatezza; attraverso la sua forza evocativa, la potenza testimoniale, supportate da un linguaggio esteticamente “accattivante”, largamente comprensibile; se non può cambiare il mondo, induce a meditare e riflettere, arricchisce mente e spirito; contribuisce a sviluppare consapevolezza, mostrando “l’estetica del quotidiano”, migliora la percezione della qualità della vita; grazie alla capacità di parlare un linguaggio tra i più comprensibili e coinvolgenti al mondo, può cambiare le coscienze e creare opinione pubblica. Ispirate da sensazioni ed emozioni, la lentezza dello sguardo, hanno la capacità di indurre letture da cui scaturiscono pensieri, considerazioni, rimandi culturali.
Meglio delle parole, le immagini, creano icone emozionali, in grado di coinvolgere, divulgare, sensibilizzare, creare consapevolezza ed opinione pubblica, tentando di coinvolgere la cittadinanza, migliorare il quotidiano e la vita degli individui e della società, per un mondo migliore.


Missione del progetto

1. diventare Testimonial dei territori

2. raccontare, far conoscere, promuovere e valorizzare l'Architettura e l’Italia antropizzata

3. darne la massima diffusione virale online

4. promuovere eventi di partecipazione collettiva per sensibilizzare la cittadinanza e gli amministratori rendendoli consapevoli del territorio vissuto quotidianamente, attraverso una lettura iconografica.

La mia autorevolezza e professionalità quarantennale sono A COSTO ZERO, in quanto ispirate alla Sharing Economy (Economia Condivisa), resa possibile grazie ai Partner - imprese, individui, proprietari di strutture ricettive - hotel, agriturismi, B&B, dimore storiche -, enti turistici, GAL, associazioni d'identità territoriale - che mi offrano ospitalità in cambio di recensioni online sul blog, i social network -: Twitter - Facebook - Google + - Pinterest - Instagram e l'inserimento nel libro dedicato al progetto, sulla pagina dedicata a ringraziamenti e sponsor; le residenze saranno utili alla realizzazione dei PhotoArchitetTour, durante i quali prenderò i mie fotoappunti.

Non avendo datori di lavoro o mecenati, ho pensato di affidarmi a tutti coloro che vogliano prestarsi apprezzando il mio lavoro, entrando a far parte dei miei Amici, ospitandomi e/o acquistando, promuovendo e diffondendo i miei libri.


FASI DEL LAVORO:

1. al momento dell'idea, inizio prendendo confidenza con il soggetto, andando su Google map ed earth, e cercano tutto quello che c'è d'informativo in internet e sui miei libri

2. studio la logistica, costi e tempi di lavoro; prendo contatti utili alla residenza

3. prendo contatti locali via mail con associazioni e/o architetti e/o docenti di architettura dell'Università più vicina all'area da fotografare e/o conoscenti del territorio per un incontro propedeutico in cui assumere informazioni utili

4. parto con 5 sensi + 2 mente e cuore, uno zaino, due macchine fotografiche, i miei sigari toscani e la pipa, smartphone tablet e notebook; viaggio con il minimo indispensabile attraverso l’Italia, usando treni e linee bus regionali.

5. arrivato sul luogo, accompagnato dal mio contatto locale e da solo, realizzo sopralluoghi preparatori; una prima ricognizione di conoscenza delle architetture, dei luoghi, dell'esposizione e relativo andamento e movimento della luce

6. al ritorno mi metto davanti al computer, per riordinare il lavoro realizzato en plein air, condividere online immagini, emozioni, esperienze vissute e informazioni utili, attraverso i miei blog preparando un articolo e i social network.

7. realizzo il libro fotografico e le immagini per la videoproiezione

8. assieme ad amministrazioni locali e/o Pro Loco, associazioni culturali, organizzo un evento nel quale presento il lavoro svolto, incontrando la cittadinanza e dibattendo assieme i risultati.


Dato che oggi le amministrazioni locali italiane, spesso e soprattutto quelle piccole, non riescono a promuovere progetti culturali, per mancanza di soldi ... l'idea è di utilizzare il motto "l'unione fa la forza" e attraverso un sostegno diffuso, una partecipazione attiva da parte di soggetti locali, poter realizzare questi progetti. A tutti i Partner verrà donata una copia del libro.


COME

1. Lstrutture ricettive e/o gli enti di promozione territoriale, possono diventare Partner, offrendomi ospitalità in residenze (vitto e alloggio) che mi permettano di realizzare le immagini; in cambio, gli stessi avranno diritto ad essere inserite con logo e link al sito istituzionale, nel post dedicato al progetto e nella pagina dei Partner del libro a distribuzione mondiale.

2. Dopo aver pubblicato il Libro contenente le immagini realizzate, partecipo ad un evento organizzato con le amministrazioni locali e/o Pro Loco, associazioni culturali, nel quale presento il lavoro svolto, incontrando la cittadinanza e dibattendo assieme i risultati.
Nell'occasione vengono proiettate le opere e raccolte le eventuali prenotazioni d'acquisto del Libro (vendita finalizzata anche all'autofinanziamento a sostegno del lavoro svolto), che saranno autografati dedicati e inviati a domicilio agli acquirenti.


3. Chiunque può Acquistare i miei libri "Taccuini Visuali d'Architettura " che possono essere visionati ed acquistati online, cliccando sul logo sotttostante. 

 

4. Chi volesse offrire un contributo liberale a sostegno del mio lavoro può fare una donazione cliccando sul bottone sottostante.

L'85% degli italiani che naviga in rete, frequenta quotidianamente, almeno un blog o un social network.
Durante le campagne fotografiche, chiunque può seguire dialogare e confrontarsi online con me, sulle pagine del mio blog che ne riporta il diario, e i suo profili social.

Contattatemi per maggiori informazioni

cellulari: +39 320.2590773 - 348.2249595 (anche Watsapp)

N.B. in caso di non risposta inviare SMS

-


 

0