Tutti pazzi per l’Italia


Se già nel 2015 e nel 2016 il quadro che si coglieva era molto positivo, il 2017 non lascia adito a dubbi: continua a crescere il turismo in Italia. E l’Italia si afferma come la destinazione preferita dell’estate 2017, con picchi di “gradimento” che riguardano soprattutto Sardegna, Puglia, Sicilia, Liguria ed Emilia Romagna ma viaggiano a ritmi sostenuti anche montagna e città d’arte.

Questa la fotografia dello Stivale che si coglie dalle prime proiezioni di Federturismo sulla stagione estiva che si approssima al culmine, un periodo dell’anno che dovrebbe essere interessato complessivamente da un flusso di 22 milioni di persone. Nel primo weekend di agosto saranno 13 milioni i vacanzieri in giro per la penisola. Crescono del 3% gli stranieri rispetto all’anno scorso e si tratta prevalentemente di clienti provenienti dai mercati tradizionali come Germania, Francia, Inghilterra e Stati Uniti.

Positivo anche l’allungamento della stagionalità, supportato da prenotazioni che arrivano fino a settembre. Nell’era delle prenotazioni online, i professionisti del settore riescono comunque a riconquistarsi la scena: si assiste infatti a un incremento del 15% delle prenotazioni advanced booking per i tour operator, mente il turismo organizzato cresce all’insegna di un tasso superiore ai 10 punti percentuali. Tra i mezzi preferiti da chi si mette in movimento si segnala il treno, con passeggeri in aumento del 2% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Tra i mezzi preferiti da chi si mette in movimento si segnala il treno, con passeggeri in aumento del 2% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.(continua lettura su Sole 24 Ore)


Se l'articolo ti è piaciuto potresti sostenere la mia attività no profit offrendomi un contributo liberale a sostegno del mio lavoro facendo una donazione cliccando sul bottone sottostante

0